.
Annunci online

 
Diario
 



APPUNTAMENTI

 


 


 

Ho 29 anni, vivo a Milano e sono laureato in Scienze Politiche. Il 29 maggio 2006 sono stato eletto, con 1480 preferenze, consigliere comunale della mia città per l'Ulivo.

Per contattarmi:
e-mail: scrivi@piermaran.it
msn: piersound@hotmail.com

Facebook: Pierfrancesco Maran

LA FRASE

 

 

 

 

We forward in this generation
Bob Marley, Redemption Song


 
 

Questo blog è un luogo di libero confronto e scambio di idee. Sono ben accetti nei commenti i contributi di tutti. I commenti anonimi, diffamatori verranno tuttavia rimossi. Inoltre un conto è il dibattito, un conto la polemica sterile e, siccome la possibilità di parlare con me anche dal vivo è piuttosto accessibile, non ho voglia di sterili polemiche qui e nel caso le bloccherò.


29 settembre 2008

Un investimento - planetario

 
Questa mattina la Commissione Cultura di Milano ha fatto un sopralluogo al Planetario di Milano. Ammetto di essere arrivato trafelato, più perchè il sopralluogo era dietro casa (per chi non lo sapesse il Planetario  è all'interno dei giardini pubblici di Porta Venezia), che per interesse reale, solitamente le commissioni mattutine non portano a nulla.
Non entravo li dentro da anni, forse dopo le elementari ci sono stato una sola volta. Ci ha accolto l'astrofisico che ne coordina l'attività, facendoci accomodare sulle seggioline in legno, le stesse degli anni '30 (sono monumento nazionale), e presentandoci Zeiss IV, il macchinario tedesco che proiezza le immagini sulla cupola. Ha 40 anni, la Zeiss non produce più i pezzi di ricambio e tra pochi anni l'unico tecnico al mondo che lo sa aggiustare andrà in pensione. La cupola è contornata dallo skyline della Milano del '30. C'è il Duomo, la galleria, mancano la torre Velasca, il Pirellone.
La voce dell'astrofisico ci accompagna mentre il sole tramonta e il cielo sopra di noi è illuminato dalle stelle, come se non ci fosse l'inquinamento luminoso. Chiudo gli occhi un attimo, cercando di ricordarmi quella volta che c'ero stato alle elementari. Mi ricordo che dopo eravamo rimasti a giocare ai giardinetti. L'illustrazione dei pianeti si fonde con la richiesta dei nuovi macchinari, di più personale. Servirebbe un investimento da 10 milioni di euro per ridargli splendore. E' una cifra enorme, di questi tempi, però abbiamo uno dei migliori planetari del mondoo, in fondo la meriterebbe. Certo, il planerario negli anni '30 l'aveva finanziato Ulrico Hoepli, come dono alla città, oggi i benefattori cittadini a limite donano ai milanesi Ricardo Quaresma e Ronaldinho.
Ogni anni 110mila persone assistono alle conferenze al planetario, in fondo se servono 10 milioni di euro ogni 40 anni, potremmo dire che sono solo 250mila euro l'anno ..
Certo che è caro il planetario, però come brilla la cintura di Orione!




permalink | inviato da pier il 29/9/2008 alle 16:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio        ottobre
 

 rubriche

Diario
Idee per il programma dell'Ulivo
AscoltaMI

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

02PD
Il mio sito
PD Lombardia
Barack Obama

Pinkmoon
Titollo
Emmo
Ale Russo
Zoro
Luigi Vimercati
Ivan Scalfarotto
Soluzione Salinas
Senza Limiti
Sergio Ragone
Diego
Francesco LaForgia
Libertada
Suibhne
La Vitto

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom