Blog: http://pier.ilcannocchiale.it

Il blog è morto (2)

Proprio mentre io il 6 novembre pubblicavo un pezzo dal titolo "il blog è morto" che mi procurava il cazziatone di tutti i commentatori abituali e non di questo blog, nonchè di una signora che mi ha fermato per strada per manifestare la sua contrarietà, l'Economist stava facendo endorsement rispetto alla mia posizione.
Sul sito dell'Economist, proprio in contemporanea, e nella versione cartacea dell'8 novembre è apparso un articolo dal titolo "
Oh, grow up".
Preciso che non leggo quotidianamente il sito dell'Economist (a dire il vero nemmeno settimanalmente), quindi non saprei dire se si tratta di endorsement ufficiale da parte loro o magari lo avevano scritto qualche ora prima di me.
Sta di fatto che la teoria è esattamente la stessa.
Il blog è ormai troppo impersonale nella sua forma classica e, di fatto, è incorporato dentro i social networks, al punto di non essere più necessario come strumento singolo.
Io portavo sensazioni a sostegno della mia tesi, loro i dati della raccolta pubblicitaria.

ps oltre che qui potete contestare la tesi direttamente all'Economist, anche loro hanno lo spazio per i commenti

Pubblicato il 27/11/2008 alle 12.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web